A Travellerspoint blog

Magadi

Come dev`essere la Luna...

Dopo il rientro a Nairobi dal Lago Naivasha, ci attende l`indomani una nuova escursione verso il lago Magadi, una distesa d`acqua salatissima che viene sfruttata a livello industriale per l`estrazione del prezioso minerale, destinato all`industria chimica. La societa` che opera sul sito - la Tata indiana che produce anche automobili (scopriremo che gli indiani in Kenya sanno fare un gran business nei settori piu` disparati, non di rado a scapito degli stessi kenyani) - ha provveduto a costruire nella zona circostante il lago e lo stabilimento di lavorazione un intero paese costituito prevalentemente dalle case degli operai (casermoni obbrobriosi e fatiscenti di sovietica memoria) e dalle villette dei dirigenti che lavorano sul posto. La sensazione, gia` attraversando le poche vie dell`abitato, e` straniante, perche` l`aglomerato sorge nel cuore del nulla; l`effetto si fa ancora piu` intenso man mano che, lasciandoci alle spalle le case, continuiamo a bordo del matatu versola sconfinata pianura che si estende a ridosso del lago: una distesa scabra, biancastra e lunare, screziata, sulle acque poco profonde dello specchio d`acqua, dalle migliaia di fenicotteri rosa che con eleganza e compostezza, quasi all`unisono, chinano e rialzano il capo dalle acque, per lanciarsi in un volo collettivo e perfettamente coordinato subito dopo, al nostro maldestro avvicinamento. Sublime.

Posted by Enrico84 14:37 Archived in Kenya

Email this entryFacebookStumbleUpon

Table of contents

Be the first to comment on this entry.

This blog requires you to be a logged in member of Travellerspoint to place comments.

Enter your Travellerspoint login details below

( What's this? )

If you aren't a member of Travellerspoint yet, you can join for free.

Join Travellerspoint